Saraswati reincarnato PDF Stampa E-mail
Il Territorio - Geografia e climi
Lunedì 17 Novembre 2008 13:50

Quando nel 2002 il governo dello Haryana, allora guidato dal Bjp, lanciò il progetto di far rinascere l'antico - o mitico - fiume Saraswati, attirò su di sè moltissime critiche per le enormi spese di denaro pubblico che il tentativo di far rivivere la storia - o il mito -avrebbero supposto.

 

 

Lo scavo del SaraswatiSei anni dopo, il progetto ricompare: questa volta però con la benedizione del Partito del Congresso che, nel frattempo, ha ottenuto la maggioranza, ma che all'epoca era stato molto critico verso l'idea del Bjp, partito di forte influenza indù fondamentalista. Il mese scorso, il Dipartimento delle Acque dello Haryana ha terminato di tracciare lo scavo dei 52 Km che vengono rivendicati come l'antico letto del fiume nella zona di Kurukshetra, da Gajnala a Pipli.

 " Il sacro Saraswati è un fiume di grande importanza e le immagini satellitari mostrano che il suo corso scorreva accanto a quello del fiume Ghaggar" dichiara il ministro per le risorse idriche dello Stato, Ajay Singh Yadav " Il nostro obiettivo è sviluppare quella traccia in un vero fiume "

Le ragioni pratiche che soggiaciono al progetto sono due: rinforzare le falde acquifere della zona e fomentare il turismo religioso nello Stato. La falda acquifera locale si è molto ridotta ultimamente e dunque, al contrario dei molti canali il cui letto è cementificato, il letto dello Saraswati sarà lasciato al naturale, in maniera da far filtrare l'acqua fino alle falde sotterranee della zona. Ma i benefici spirituali - ed elettorali - dell'operazione potrebbero risultare enormi per l'Haryana, dove il futuro fiume viene già indicato come il Gange dei poveri.

" Vogliamo il fiume per noi stessi, per mantenere la memoria come dovuto. Anche il Governo è certo che esistesse, ma tutto quello che ci viene chiesto è: che benefici porterà allo Stato? " nota Darshan Lal Jain, presidente del locale comitato per il Saraswati, esponente locale di prima linea del RSS e, a sorpresa, primo collaboratore e consigliere del governo dello Haryana in questo progetto.

La prima ipotesi del 2002 aveva già rinvigorito le istanze di alcuni gruppi che da vari Stati indiani da anni si battono per il riconoscimento formale dell'esistenza del fiume che, migliaia di anni fa, forse, fluiva da Mansarovar, in Tibet, fino al Rann del Kutch, in Gujarat. Questi hanno dunque prontamente fornito cospicue documentazioni a sostegno, quali studi del Survey Of India - archeologia - rapporti di rinvenimenti vari compilati in epoca coloniale britannica, foto satellitari che mostrano l'esistenza di letti secchi di antichi fiumi e studi geologici a proposito della presenza di materiale himalayano in Haryana. " C'è un'alta concentrazione di minerali himalayani nel suolo dello Haryana, e spesso si tratta di materiale roccioso affilato; il che significa che fu trasportato in sospensione da acque turbolente e di notevole volume" informa A.R. Chaudhri, professore di geologia all'università di Kurukshetra.  I riferimenti vedici al fiume sono stati poi mappati per dimostrare la loro corrispondenza con le immagini satellitari. Il fiume è citato 72 volte nel solo RigVeda, ma compare anche negli altri, se si eccettua il quarto. La maggioranza degli studiosi aveva però sempre identificato parte di queste citazioni con il fiume stagionale Ghaggar-Hakra, che fluisce solo in epoca monsonica, di corso variabile e che ancora presenta un piccolo affluente, Sarsuti, deformazione di Saraswati, mentre altre referenze vediche si facevano coincidere con il fiume Helmand, nell'attuale Afghanistan.

Il ministro Ajay Singh Yadav si è dichiarato ignaro del legame di Jain col RSS, allegando che la rinascita del Saraswati non è affatto un'operazione volta a recuperare per il Partito del Congresso i voti del fondamentalismo indù, ma esclusivamente volta al beneficio dello Stato tutto. Quanto a Jain, ha più volte dichiarato che, vedere il Saraswati fluire almeno nel suo tratto in Haryana prima di morire è il suo unico obiettivo. Con un governo così collaborativo, il suo sogno si sta avvicinando alla realtà più che mai.

 

 

Tratto da Outlookindia.com

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!