Il tesoro di Tirumala-Tirupati PDF Stampa E-mail
Le religioni e i riti - Le fedi
Domenica 14 Giugno 2009 09:53

Gali Janardhan Reddy, ministro del Turismo in Karnataka e barone di svariate miniere di ferro nella zona di Bellary, ha offerto al tempio di Tirupati il più ricco dono ricevuto dal dio Venkateswara negli ultimi 400 anni.

Un gesto di ringraziamento per la fondazione della Brahmani Steels - gigantesca acciaieria a capitale privato in Andhra Pradesh - in forma di tiara dal peso di 20 kg in oro e tempestata da 70.000 diamanti, che illuminano uno smeraldo centrale da 890 carati: valore, 420 milioni di Rupie, in Euro circa 6 milioni e 300mila. I Keertilal, gioiellieri a Coimbatore, Tamil Nadu, hanno impiegato nove mesi e 32 kg d'oro puro per confezionare il prezioso manufatto, che è il più ricco che si ricordi sia mai stato donato alla divinità dai tempi dell'impero di Vijayanagar, nel XVI° secolo. 

Ma il tesoro del Signore delle Sette Colline, manifestazione di Vishnu, era già considerato il più ricco del mondo ben prima dell'omaggio di quest'ultima fantasmagorica tiara - che è infatti la settima che la divinità riceve nel tempo - e che è conservato in un sito tenuto segreto all'interno del complesso templare, custodito permanentemente da una squadra di guardie armate fino ai denti e da sofisticati sitemi di sicurezza. Le altre 3 corone in oro massiccio ricevute recentemente dal tempio pesavano tra i 10 e i 14 kg ed erano state offerte sempre da industriali e uomini d'affari. Il flusso continuo di preziosi verso il già ricchissimo tesoro del tempio di Tirumala-Tirupati, in Andhra Pradesh, è tuttavia notevolmente incrementato negli ultimi cinque anni; lo scorso Aprile 2009, nel pieno della crisi immobiliare e dell'edilizia, un barone del cemento ha donato alla divinità un paio di guanti rituali, Kati HastamVarada Hastam, da 50 milioni di Rupie e poco prima un tycoon di Pune si era distinto per la donazione di un pappagallo tempestato di brillanti e di un Nagabharanams, ornamento in forma di serpente che adorna le spalle del dio, da 15 milioni. Vijay Mallya, re della birra Kingfisher e patron della Force India in Formula 1, ha offerto 3 anni fa la copertura in oro dell'interno del sacrario principale del tempio, costata 70 milioni.

Ma il tesoro vero di Tirumala-Tirupati, a parte gli straordinari pezzi di artigianato di valore impressionante, è costituito dal continuo afflusso di preziosi minori per grazia ricevuta, quali le copie in oro degli organi o membra del corpo guariti grazie all'intercessione della divinità, o di quelle sempre in oro della merce che ha proporzionato successo commerciale al fedele, che ringrazia così il dio: bottiglie di liquore, scarpe, orologi etc. replicati in metallo prezioso. Le offerte minori, quali catenine d'oro etc. vengono invece periodicamente fuse e convertite in lingotti, alcuni dei quali sono poi trasformati in monete e vendute al prezzo di mercato per le spese correnti del Tempio; a tutto ciò si aggiungono anche i notevolissimi guadagni derivati dalla vendita dei capelli, che i devoti offrono in voto quotidianamente a migliaia, facendosi rasare completamente dagli addetti del santuario. 

Si stima che il tempio sia visitato quotidianamente da un numero di pellegrini che oscilla tra i cinquantamila e i centomila, con punte di oltre mezzo milione al giorno durante le festività.

Venkateswara, l'amata manifestazione di Vishnu che rimuove il male dal mondoNon esiste una stima certa del valore complessivo del tesoro del tempio di Tirumala-Tirupati, anche perchè molti dei pezzi più importanti aggiungono al loro valore effettivo anche quello dell'antichità, ma si parla di una cifra compresa tra i 300 e i 500 miliardi di Rupie; esiste tuttavia un registro delle donazioni principali che viene scrupolosamente aggiornato sin dal 1933.

I preziosi più importanti lasciano la zona di sicurezza solo in determinate occasioni rituali, quando la divinità viene cioè adornata con la tangibile devozione dei suoi fedeli, secondo una lista di ornamenti appropriati all'occasione che viene compilata in anticipo. I gioielli richiesti, sotto stretta vigilanza, lasciano allora il Tesoro per adornare l'idolo durante la festività, per venire immediatamente dopo riposti.

 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!