Dehradun, Uttarakhand PDF Stampa E-mail
Gli Stati, le citta' e le mete - Nord

La scenografica Dehradun, capitale dell' Uttarakhand, gode dal 2000 di un grande sviluppo economico, per il quale però sono stati l'ambiente e la vivibilità a pagare il prezzo maggiore.

La valle di DehradunDehradun è sempre stata celebrata come la sede dei migliori collegi dell'India settentrionale; tra questi, spicca la Doon School, che annovera fra i suoi illustri ex-allievi celebrità quali Rajiv Gandhi, scrittori quali Vikram Seth ed Amitav Ghosh o lo storico Ramchandra Guhaand. Ma come la città stessa, che da quando è stata nominata capitale dell'Uttarakhand - separatosi nel 2000 dall'Uttar Pradesh - ha visto incrementare senza sosta l'edilizia, così anche l'attività educativa non ha oggi nulla a che vedere con quello che fu l'orgoglio locale fino agli Anni 70 - 80.

Soprattutto a partire dal 2000, le sue venerande istituzioni scolastiche sono state infatti gestite da imprese commerciali, che ovviamente hanno come unisco scopo quello di accumulare denaro e che hanno contribuito a far perdere alla città, in meno di un decennio, il suo aspetto originale. I Campus dei vecchi collegi, un tempo immersi in ettari e ettari di campagna verdeggiante, sono circondati ora da edifici accatastati gli uni sugli altri, i cui proprietari, così come i loro costruttori, hanno una sola preoccupazione: fare più soldi possibili nel minor tempo possibile. " Ai vecchi tempi, le scuole si preoccupavano moltissimo di produrre qualità; oggi le cose sono molto diverse - spiega un insegnante di lungo corso della St Joseph’s School - La rapida commercializzazione del settore educativo ha portato le scuole vecchio stile a riconvertirsi in più moderni istituti di Ingegneria o Management e persino in accademie per Hostess e affini".

Un'altra novità è la rapida politicizzazione avvenuta nel settore educativo. " Tutto è accaduto dopo che Dehradun è diventata capitale - dichiara Ajay Saxena, professore associato nel più antico college della città, il DAV - La forze che sostengono i leaders politici a livello universitario si fanno sentire sempre di più, aumentando notevolmente il loro potere di disturbo."

Gli edifici della città risalenti all'era britannica creavano un tempo ambiente tutto particolare: appartenevano prevalentemente allo Stile Vittoriano ed ospitavano quasi tutti scuole o Hotel. Oggi, tra le poche strutture rimaste intatte, si conta la torre dell'orologio al Paltan Bazaar, nel cuore della città, che era un tempo costituita soprattutto da stupendi bungalows, spesso in legno, circondati da frutteti e da fitti boschi. I corsi d'acqua che costeggiavano le strade cittadine sono stati oggi ricoperti per far più spazio ai veicoli, che ormai ingolfano le carreggiate praticamente ad ogni ora del giorno. L'unica consolazione è che si può ancora trovare conforto nel silenzio delle colline, a soli 20 minuti dal centro città. Ma la distruzione del paesaggio di Dehradun divenne cosa fatta nel momento stesso in cui la città divenne capitale di Stato e la gente si affrettò ad acquistare immobili nella sua valle.

KK Soin, direttore commerciale della Kavi Construcions, tra i leader delle imprese edilizie della zona, spiega:" I prezzi del terreno erano qui notevolmente più bassi che in altre città capitali; grazie anche alla fama nazionale delle sue scuole e al suo clima, le famiglie hanno fatto quindi la fila per acquistare qualcosa in questa città che, va ricordato, è a soli 240 Km da New Delhi. Naturalmente, questa corsa al mattone ha anche fatto sì che in un decennio la ricchezza procapite media dei residenti in Uttarakhand triplicasse, portando lo Stato a posizionarsi 3° in termini di crescita, a livello nazionale, e 1° tra gli Stati himalayani.

Ma mentre il prezzo del metro quadro continuava a crescere, toccando punte notevoli per i locali commerciali nella centrale Rajpur Road, le prime vittime furono proprio i vecchi, maestosi bungalows; tante brutte case di cemento a due piani nacquero sulle macerie di ognuno di essi, mentre i responsabili di tutto ciò - dal piccolo agente immobiliare al proprietario del terreno - si arricchivano smisuratamente, fino alla stabilizzazione del mercato e alla caduta della domanda, avvenute con la crisi economica globale a partire dalla metà del 2008.

"E' stato raggiunto il punto di saturazione", racconta Ashok Windlass, direttore della Windlass Realtors and Developers, che ha appena completato un cantiere da 112 appartamenti a Dalanwala, un'urbanizzazione di lusso della zona " E non si aprono più nuovi cantieri". Ma, nonostante tutto, accusa anche il nuovo Stato dell'Uttarkhand di non aver saputo alleggerire a sufficienza le pastoie burocratiche nel campo della costruzione, tenendo così lontani i grandi gruppi del ramo.

Sarà: intanto, durante gli otto anni di costruzione selvaggia che hanno caratterizzato la città, è anche sorta dall'oggi al domani un'infinita serie di negozi, boutiques e centri di estetica, per rispondere alla domanda del nuovo afflusso di popolazione, in continuo aumento, mentre le infrastrutture portanti sono rimaste pressochè immutate. La municipalità ha approvato il suo primo Piano Urbanistico solo 8 anni dopo la nomina della città a Capitale di Stato; e nemmeno in quello sono state inserite soluzioni utili alla situzione attuale.

Liberamente tratto e tradotto da Tehelka

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!