Ashram: la tradizione dell'insegnamento PDF Stampa E-mail
Le religioni e i riti - Le idee

Grandi maestri dello spirito e supermarket dell'anima: la tradizione dell'insegnamento orale indiano attrae milioni di cuori occidentali

Nell'India antica gli ashrams erano luoghi di ritiro, ove saggi e asceti vivevano in pace e austerità immersi nella natura. Spesso venivano seguiti in questi luoghi da aspiranti discepoli con i quali si stabiliva una relazione spirituale che consacrava il saggio come Guru e l'ashram stesso non come un luogo di fuga dalla realtà quotidiana per i discepoli, ma come estensione della sapienza del guru, dove confrontarsi con se stessi.

Non si trattava di monasteri dove si abbandonava il mondo esterno, ma luoghi ove si apprendeva l'arte di vivere all' interno del mondo. Gli ashrams avevano anche funzione di scuola dove gli alunni, shishyas, e il maestro, il Guru, vivevano in stretta prossimità in quelle che ancora oggi vengono chiamte gurukuls, scuole tradizionali.

La tradizione Guru-shishya è antichissima e si fa risalire all'uso della trasmissione orale dei testi sacri, ma di qualunque sapere si trattasse, fosse esso spirituale, religioso, musicale, artistico o architettonico, veniva impartito attraverso lo sviluppo di una forte relazione personale tra il maestro e l'allievo, basata sull' impegno, il rispetto e l'obbedienza dei discepoli. Questi sbrigavano anche le faccende pratiche dell'Ashram e del Guru, dal lavaggio dei vestiti alla cucina dei pasti. Al termine degli studi, i discepoli offrivano una Guru dakshina, una offerta, poichè il guru non veniva pagato. Il Maestro poteva richiederla o astenersi dal farlo.

A partire dalla fine del 1800 crebbe in occidente l'interesse per le religioni e la filosofia orientali. La Società Teosofica, fondata a New York nel 1875 da una sedicente medium russa, Helena Petrovna Blavatsky, e da un colonnello britannico, Henry Steel Olcott, contribuì  alla diffusione  in Europa e America delle tradizioni religiose indiane, sia hindu, sia buddhista. La società si prefiggeva la costituzione di una fratellanza umana universale, senza distinzioni di credo, sesso, nazionalità e razza e  lo studio comparato delle religioni. Del 1897, e di diverso spessore, è invece la fondazione della Ramakrishna Mission, fondata da Svami Vivekananda, un discepolo del santo. Ramakrishna fu un mistico bengalì certo dell'equivalenza delle varie forme di spiritualità terrena, che tendono seppur in modi diversi all'unica Realtà assoluta. Il fondatore della Ramakrishna Mission, Vivekananda, fu uno straordinario divulgatore del pensiero religioso hindu ed un autore prolifico ed instancabile.

Altro celebre divulgatore del pensiero neo hindu fu un altro bengalì, Aravinda Gosh, noto come Sri Aurobindo il cui Yoga Integrale divenne dopo la sua morte il fondamento di Auroville, nei pressi di Pondicherry, concepita alla fine degli anni '60 come una sorta di città ideale, purtroppo recentemente colpita da sospetti ed accuse infamanti. Saggio seguitissimo fu anche Ramana Maharsi, che visse da eremita e in silenzio 6 anni in una grotta del monte Arunachala nel Tamil Nadu. Quando tornò a valle un Ashram crebbe intorno alla sua persona.

Intorno a queste esperienze e a molte altre nacquero dei moderni Ashrams, in India e nel mondo intero; nei dintorni di Ahmedabad nel Gujarat, Gandhi fondò il suo, Il Sabarmati Ashram, oggi museo e biblioteca. A partire dagli anni 60 del 1900 questi luoghi attirarono un numero sempre più alto di occidentali in cerca dell'Assoluto, di se stessi o di facile esotismo. Eccone alcuni fra i più noti:

Rishikesh, nell' Uttar Pradesh è presente un' importante scuola  per l'apprendimento dello Yoga, è lo Yoga Niketan Ashram ma sono moltissimi gli ashram di questa sacra città. Celebre il Maharishi Mahesh Yogi, dove soggiornarono i Beatles nel '68.

A Vrindavan ha invece la sua sede principale il Movimento Internazionale per la Conoscenza di Krishna ( iskcon ), meglio noto come movimento degli Hare Krishna.

Pune nel Maharashtra, è la sede della Osho Commune, fondata da Bagwan Rajneesh nel 1974, che ospita folle di persone provenienti da ogni Paese del mondo. Una curiosità: è necessario il test negativo e recente del virus HIV per accedere alla comune. 

Puttaparthi nell' Andra Pradesh è il paese natale di Sai Baba, mondialmente noto per i suoi prodigi, volti principalmente alla materializzazione e smaterializzazione di oggetti. Al grandissimo ashram, dove dopo la dipartita del Guru tira ormai aria di crisi, si affiancano un ospedale e una università.

 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!