Kurien, il Lattaio d'India PDF Stampa E-mail
Gli Indiani - Le grandi personalità
Giovedì 27 Settembre 2012 13:59

Il 9 Settembre 2012 si è spento a 90 anni Verghese Kurien, l'ideatore della Operation Flood, la Rivoluzione Bianca, con la quale organizzò e ottimizzò la raccolta e la distribuzione del latte in India, mettendo a punto il più vasto programma del genere della storia del mondo.


Verghese KurienEra nato a Calicut nel 1921, città situata in quella vasta regione dell'India meridionale che sotto il Raj britannico era denominata Madras Presidency e che nell'India indipendente doveva mutare il suo nome in Kozhikode, oggi in Kerala, da una famiglia benestante cristiana di rito siro-malabarese.

Compiuti gli studi in patria in Fisica e Ingegneria meccanica, Kurien ottenne una sponsorizzazione statale per un ulteriore perfezionamento all'estero, Michigan State University, USA, ma dovendo accettare un posto per l'unica specializzazione ancora disponibile: scienza dei prodotti lattiero-caseari.

Rientrato in patria nel 1949, venne istantaneamente arruolato dalla neonata India indipendente e spedito in Gujarat al centro-studi governativo sui prodotti lattiero-caseari, dove si trovò nel bel mezzo di un vero e proprio campo di battaglia, sul quale combattevano per la supremazia le prime cooperative di piccoli produttori e i grandi possidenti privati. Kurien durò poco nella sua posizione di arbitro al centro-studi ed entrò subito a far parte della cooperativa gujarati Kaira, della quale divenne presidente nel 1950, fondando in seguito decine di altre entità analoghe, tra le quali la AMUL ad Anand, sempre in Gujarat, che doveva diventare presto modello e leader del settore a livello nazionale grazie all'intuizione di utilizzare nei suoi prodotti latte scremato in polvere e condensato di bufala, assai più abbondante in India di quello vaccino. Oggi la AMUL, che Kurien lasciò dopo 33 anni di presidenza nel 2006 per insanabili divergenze con la dirigenza, è la prima industria alimentare indiana.

Quando nel 1965 l'allora Primo Ministro Lal Bahadur Shastri decise di istituire il Dairy Development Board, Verghese Kurien sembrò la personalità più adatta a presiederlo e gli fu dunque affidato il compito di riproporre a livello nazionale il modello AMUL, attraverso la cosiddetta Operation Flood o Rivoluzione Bianca; sotto la sua direzione, qualche anno dopo nacquero anche l'Institute of Rural Management, creato per formare una classe di professionisti in grado di orientare e gestire con competenza le necessità e le istanze dell'immenso mondo rurale indiano e la National Cooperative Dairy Federation of India.

Se nella Fase I della Operation Flood (1970-1980) il Dairy Development Board di Kurien si era posto come obiettivo la distribuzione nel Paese del latte in polvere donato dall'odierna Unione Europea attraverso il World Food Programme, la connessione in rete delle 18 principali cooperative di produttori indiani con le 4 metropoli di allora - Bombay, Delhi, Madras e Calcutta - e l'istituzione nelle stesse di Centrali lattiero-casearie, la Fase II (1981-1985) fu volta invece ad incrementare la produzione di latte e all'organizzazione della sua raccolta e distribuzione: alla fine del 1985 un sistema di 43.000 cooperative rurali aveva accolto oltre 4 milioni di piccoli produttori e la produzione nazionale di latte in polvere nel 1989 era cresciuta da 22.000 a 140.000 tonnellate, mentre il mercato del latte fresco era cresciuto di svariati milioni di Litri al giorno. La Fase III (1985-1996) consolidò poi la rete, incentivando gli investimenti delle cooperative ed introducendo per i suoi membri servizi veterinari di pronto soccorso, oltre a consulenze e corsi d'aggiornamento per l'alimentazione e l'inseminazione artificiale del bestiame. Altre 30.000 cooperative si formarono - molte quelle di donne allevatrici - e si aggiunsero alla rete, portando la produzione a crescere ulteriormente, fino a fare dell'India, nel 1965 un Paese non autosufficiente nel settore e dunque importatore, a diventare il primo produttore di latte al mondo, superando nel 1998 anche gli USA. Nel 2010-2011 la produzione indiana è stata pari al 17% del totale mondiale.

Affettuosamente chiamato Il Lattaio d'India, nomignolo di cui andava fierissimo, il creatore e coordinatore della Operation Flood aveva semplicemente deciso di inondare le case indiane di latte, inondando contemporaneamente di benessere quelle dei mandriani produttori, considerando il loro mondo e la loro funzione uno dei pilastri della società indiana. E c'è riuscito, certamente coadiuvato nell'opera anche da alcuni illuminati politici dell'epoca e da alcuni inossidabili amici e collaboratori. Pluripremiato in India e all'estero in ogni sede e circostanza disponibile, Kurien era anche noto per il suo carattere vulcanico, burbero e franco, impermeabile alla presunta autorità, ai poteri costituiti e alla diplomazia. Memorabile il suo commento durante un meeting economico in risposta a una funzionaria neozelandese che auspicava il divieto di esportazione dei prodotti lattiero-caseari indiani nel suo Paese: "Guardi che se noi Indiani decidiamo di sputare tutti insieme verso la sua isola, le facciamo affondare la nazione, sa? 

Venerato come una divinità dai suoi mandriani, nel 1976 la storia di Kurien fu anche oggetto di un film, finanziato proprio dai produttori di latte. Per mancanza di fondi, Manthan, di Shyan Benegal, non avrebbe infatti mai visto la luce, se mezzo milione di allevatori non l'avessero finanziato offrendo allo scopo 2 Rupie a testa. Il film fu un successo di pubblico e di critica e diede a Kurien un'ulteriore idea: proprio come narrato nel film, formò dei team composti da un veterinario, un esperto di zootecnia e uno di inseminazione artificiale, i quali cominciarono a girare il Paese mostrando il film nei villaggi e assessorando poi gli allevatori desiderosi di inserirsi nel mercato. Il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite in seguito prese a prestito il film e l'idea per divulgare nello stesso modo i medesimi concetti in America Latina. 

 

 

 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!