Le Pragaash: Rock, Kashmir e democrazia PDF Stampa E-mail
L'Arte, la storia e la cultura - Musica
Mercoledì 20 Febbraio 2013 14:42

Le Pragaash, la prima rock band al femminile in Kashmir, sono state costrette a smettere di suonare a due mesi dal debutto. Il governo accusa gli estremisti musulmani, ma la storia di queste tre adolescenti rivela le ombre della democrazia indiana, in particolare nella gestione del Kashmir.

 

di Matteo Miavaldi

Pragaash1Tre adolescenti musulmane, chitarra basso e batteria. La storia delle Pragaash, "la prima rock band kashmira al femminile”, sembrava scritta apposta per una trasposizione bollywoodiana, pronta a trasformarsi in un film campione d'incassi e di buonismo, come piace al pubblico indiano.

Ma grazie all'intervento del governo locale e di una controversa autorità musulmana, amalgamati con una buona dose di deficienza da social network, le Pragaash ("primo raggio di luce" in kashmiri) hanno smesso di sognare a un paio di mesi dal debutto.

Farah Deeba, Aneeka Khalid e Noma Nazir frequentavano la class 10 (la nostra terza media) nella stessa scuola di Srinagar, capitale del Jammu e Kashmir. Figlie della upper middleclass urbana, passavano ore in sala prove guidate dal loro mentore e manager Adnan Mattoo, un'istituzione nella scena rock kashmira: la sua band, i BloodRockz, è una delle pochissime formazioni famose a livello nazionale. Le tre ragazze, corteggiate dalla stampa che già scaldava le rotative a fine ottobre 2012, rilasciano interviste misurate ma decise. Con influenze che spaziano dai Metallica ad Avril Lavigne, le Pragaash dichiaravano al magazine Tehelka di essersi avvicinate al rock per allontanarsi dalla “prevedibilità della vita in Kashmir”, dal futuro che la società aveva già scritto per loro.

Esordiscono ufficialmente davanti al grande pubblico alla fine di dicembre, partecipando alla Battle of the Bands col loro repertorio sufi rock. Come i BloodRockz, le Pragaash mettono in musica rock i testi della tradizione sufi, la branca più mistica ed eterodossa dell'Islam che proprio in Kashmir vide nascere alcuni dei propri maggiori esponenti.

Continua su China-Files

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!