100 Film per 100 Anni - 4 PDF Stampa E-mail

Quarta Parte 

 

Cinema Tamil

Meera

16 Vayathinile (1977): con questo film, che illustra la vulnerabilità sentimentale di una giovane donna nell'ambiente rurale del Tamil Nadu, P. Bharathiraja diede inizio al trend del cinema tamil girato in esterni. La sua produzione diede una decisa svolta alle opere locali, precedentemente girate in studio, e il via all'inserimento di folklore e temi sociali anche nel cinema commerciale meridionale.

Andha Naal (1954): quest'opera di Balachander fece da apripista in molti campi. Non solo fu il primo film tamil del genere Noir, ma ebbe anche l'ardire di essere totalmente privo di canzoni, fatto piuttosto anomalo per l'epoca. Interpretato da Sivaji Ganeshan e Pandari Bai, il film é un giallo ispirato al capolavoro giapponese Rashomon.

Nayagan (1987): diretto da Mani Ratnam e interpretato da Kamal Haasan, fu la proposta indiana agli Oscar del 1988 ed è ispirato alla vera storia di uno dei più potenti padrini mafiosi della storia di Mumbai, uomo di origini Tamil che conservò sempre un cuore sensibile verso la difficile situazione dei suoi compaesani come lui emigrati ma baraccati negli slums della metropoli. Premiato con tre National Award, nel 2005 fu inserito da Time nella lista dei 100 migliori film di tutti i tempi.

Haridas (1944): diretto da Sundar Rao Nadkarni nella sua ultima interpretazione prima dell'arresto, l'incomparabile MK Thyagaraja Bhagavathar è il viveur destinato a diventare santo-poeta la cui vita è narrata nel film, opera che costituì il primo grande successo della storia del cinema tamil con 110 settimane consecutive di repliche nello stesso teatro di Chennai.

Agraharathil Kazhutai (1977): unica produzione per l'industria tamil del regista originario del Kerala John Abraham, ispirato al capolavoro di Robert Bresson Au hasard Balthazar, il film è una critica feroce alle superstizioni brahmaniche rispetto a purezza e contaminazione, aggravate nella vicenda a causa dell'arrivo e permanenza di un asino nella casa di uno degli abitanti del villaggio a maggioranza brahmana nel quale è ambientato il film. 

Meera (1945): la storia di Mirabai, santa devota a Krishna vissuta nel XVI secolo e interpretata dalla leggendaria cantante MS Subbulakshmi. Girato in Rajasthan e diretto dall'americano Ellis R. Dungan, è un film storico tanto per le innovazioni tecnologiche impiegate nella sua realizzazione quanto per le melodie composte per la sua colonna sonora. Un successo straordinario tanto in Tamil quanto nel suo remake in Hindi

Thanneer, Thanneer (1981): narrando la siccità in un villaggio del Tamil Nadu e i tentativi di contrastarla da parte della popolazione, il film diretto da K.Balachander fu il primo ad illustrare una serie di problematiche che affliggono ancora oggi il mondo rurale, quali l'abbandono scolastico, lo sfruttamento dei braccianti non organizzati, la corruzione della politica e l'inefficacia dei mezzi di comunicazione. Grazie all'ottimo successo ottenuto al botteghino, il film proporzionò nuove tematiche alla cinematografia tamil.

Uthiri Pookkal (1979): considerato pietra miliare nella narrazione delle situazioni psicologiche complesse, tanto all'interno di una famiglia quanto nel contesto più ampio di un villaggio, il film, diretto da J. Mahendran, narra la storia di un uomo sadico che gode nel mortificare chiunque gli capiti a tiro, compresi i membri della sua famiglia, provocando alla fine una reazione tardiva e violenta della comunità.

Aval Appadithan (1978): prodotto all'alba della consapevolezza femminista in India, questo film anticipò grandemente i tempi, ritraendo una giovane donna single in cerca di una relazione significativa nell'India urbana. Diretto da C. Rudhraiya e interpretato da star del calibro di Sripriya, Kamal Hassan, Rajnikanth e Saritha, il film è anche noto per l'uso molto contrastato del B/N e per i dialoghi, per l'epoca piuttosto crudi e diretti.

Metti (1982): giovani donne che stanno per affrontare le regole imposte loro dalla società tradizionale. Un film drammatico, diretto da J.Mahendran ed interpretato da Radhika e Sarath Babu e che, rappresentando le inquietudini e la contrarietà delle protagoniste, ha trovato pochi eguali negli annali del cinema Tamil, oltre ad essere praticamente sparito anche solo come citazione online, se si escludono i brani tratti dalla colonna sonora firmata dal grandissimo Ilaiyaraaja.

 

Parte Prima - Parte Seconda - Parte Terza - Parte Quarta - Parte Quinta

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!