100 Film per 100 Anni - 5 PDF Stampa E-mail

Quinta Parte

 

Cinema Kannada

Samskara

Samskara (1970): tratto da un racconto di UR Ananthamurthy, questo film diretto da Pattabhi Rama Reddy, sceneggiato e interpretato da Girish Karnad, tratta l'assurdità delle prescrizioni castali, opponendo il percorso di un brahmano ortodosso a quello di un altro platealmente empio e ateo, e che finiranno fatalmente per incrociarsi. Considerata un'opera di rottura, il film aprì il cammino del Parallel Cinema in Karnataka, vincendo quell'anno il National Film Award come miglior film, pur essendo stato in principio censurato nel timore che il tema trattato potesse causare disordini. (Al momento irreperibile online)

Ranganayaki (1981): pochissimi film indiani hanno affrontato il tema del complesso d'Edipo. Questo film drammatico diretto da P. Kanagal narra la vicenda di un'attrice teatrale divenuta celebre dopo aver lasciato marito e figlioletto per perseguire la sua carriera, della quale si innamora ricambiato anni dopo un giovane aspirante attore, che si rivelerà essere il suo stesso figlio con tragiche conseguenze.

Ghatashraddha (1977): anche questo film, prima esperienza del regista Girish Kasaravalli, è tratto da un racconto di UR Ananthamurthy che critica aspramente la società ortodossa hindu, in particolare il trattamento riservato alle vedove e alle donne in generale attraverso l'amicizia di un bambino con una giovane vedova brahmana rimasta incinta dopo una relazione clandestina, che verrà cancellata e cacciata dalla comunità per mezzo dei riti funebri eseguiti a suo nome dal suo stesso padre. Opera pluripremiata e conservata dalla Cineteca nazionale di Parigi tra le cento opere più rappresentative della storia del cinema mondiale. (Al momento irreperibile/rimosso online)

Kaadu (1973): dramma storico di rivalità fra villaggi e violenze feudali vissute attraverso gli occhi di un bambino, Kitti, confuso tra realtà e superstizioni locali rappresentate dalla credenza di un uccello assassino che attira nella foresta - Kaadu - le sue vittime chiamandole per nome. L'osservazione minuziosa di dettagli e usanze é la cifra del primo film indipendente diretto da Girish Karnad, premiato con tre National Awards.

 

Industrie minori

Halodhia Choraye Baodhan Khai

Halodhia Choraye Baodhan Khai (1987): dramma sociale sulle condizioni dei contadini strozzati dai debiti, é considerato una delle migliori opere dell'industria cinematografica dell'Assam; il film fu diretto da Jahnu Barua, vinse un National Award nel 1988 e fu presentato al festival di Locarno dello stesso anno. (Al momento irreperibile online)

Anhe Ghore Da Daan (2011): anche Gurvinder Singh sceglie di rappresentare il dramma dei braccianti della sua terra, Punjabis sfrattati dai proprietari terrieri a favore dell'industrializzazione, in un film tratto da un racconto del 1976 di Gurdial Singh. Presentato al Festival di Venezia, ha vinto tre National Awards

Ishanou (1991): prima opera proveniente dal nordest indiano a raggiungere il Festival di Cannes, rassegna Un Certain Regard, questo film prodotto in Manipur e diretto da Aribam Syam Sharma è tratto da una novella della scrittrice M. K. Binodini Devi, storia di una famiglia travolta dalla trasformazione di una gentile e giovane madre in un essere violento in preda a folli visioni. (Al momento irreperibile online)

 

Parte Prima - Parte Seconda - Parte Terza - Parte Quarta - Parte Quinta

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!