Item Number, il Cameo musicale danzato PDF Stampa E-mail
L'Arte, la storia e la cultura - Bollywood e cinema
Giovedì 07 Novembre 2013 16:14

La malizia o la grazia espresse, l'esibizione di un fisico impeccabile attraverso movenze spesso allusive, proporzionano oggi agli Item Numbers un successo indipendente dal film che li include e assicura alle loro protagoniste una notorietà che a volte esula dalle loro reali competenze artistiche.

Chikni Chameli, Katrina KaifSe l'origine di quello che viene comunemente indicato oggi nel cinema indiano come Item Number viene fatta risalire agli Anni 50-60 come dovuta in principio alle multiple arti della celebre attrice e ballerina Vyjayanthimala, oggi per bucare lo schermo danzando al ritmo di un accattivante motivetto, come da tradizione cantato in playback, non è più necessario essere stata una bambina prodigio come la grande artista d'origine meridonale, che esordì danzando a soli cinque anni in onore di Papa Pio XII° a Roma nel 1940: è sufficiente essere una bomba sexy, non mostrarsi troppo vestite e interpretare con adeguate movenze o chiari ammiccamenti i testi a volte assai allusivi del brano appositamente scelto allo scopo, il cui video diviene frequentemente parte del trailer del film in cui è incluso, nonostante il fatto che, spesso, né l'interprete né la scena di ballo in sè abbiano alcuna rilevanza ai fini della trama della produzione stessa.

Già a partire dalle celebri performances dell'attrice anglo-burmese Helen negli Anni 70, le star del cinema indiano avevano smesso di affidare quel genere di Intermezzi da Night Club a controfigure o ad anonime ballerine, come accadeva invece in precedenza spesso al fine di preservare la loro immagine pubblica di irreprensibile moralità, riappropriandosi così poco a poco dell'intera scena anche grazie alle suggestive performances di danza inserite nei loro film; poche sono state da allora le dive che si sono sottratte all'opportunità di mostrare il proprio talento a tutto tondo sul grande schermo.

Oggi però è proprio grazie a bollenti Item Numbers che diverse Show-Girls hanno acquisito grande notorietà in India, a fianco di altre che invece, oltre all'avvenenza fisica e alle evidenti abilità nella danza, possono vantare come le dive del passato anche esperienza e competenza cinematografiche, e la cui esibizione attraverso gli Item Numbers, in film che non le vedono protagoniste, funge dunque da un lato come bonus e ulteriore richiamo per il pubblico, e dall'altro come promozione garantita per le interpreti stesse. Ma, per tutte, l'Item Number costituisce ormai un genere a parte, il cui successo può anche esulare grandemente da quello della produzione d'appartenenza e che oggi, grazie ai milioni di visite ricevute online, può anche arrivare a dominare le charts per mesi a prescindere dai risultati ottenuti dal film al botteghino, a portare grandi e piccini a imitarne coreografie e gestualità nelle più varie occasioni festive per anni e spesso persino a sovrastare fino a oscurare del tutto interpreti e trama effettivi del film in cui era stato inserito in origine.

Fonte di popolari e persistenti nomignoli per le protagoniste, in genere derivati appunto dal titolo delle canzoni interpretate da queste più efficacemente, gli Item Numbers sono ormai non solo terreno di competizione a sé tra stars, ma anche oggetto di polemiche socio-politiche, in quanto comprensibilmente indicati come motivo di grave confusione per il frustratissimo spettatore medio indiano, a fronte delle rigide regole comportamentali contemporaneamente imposte dalla società tradizionale alle donne comuni.

Da Manorama, ecco un succinto - per rimanere in tema - elenco delle più recenti protagoniste e dei loro Item Numbers di maggior successo degli ultimi tempi:

Mallika Sherawat
Dopo la sua audace apparizione nel film Murder, del 2004, la ragazza impugnò saldamente lo scettro nel regno degli Item Numbers, oltre che in quello del gossip, assicurando col suo fisico il successo a brani quali Jalebi Bhai, Razia gundo mein phas gayi o Laila

Kareena Kapoor
Diventata protagonista assoluta del genere dopo la sua esibizione nel brano Yeh Mera Dil, dal film Don, del 2006, Bebo, com'è popolarmente chiamata dall'omonimo titolo del brano tratto dal film del 2009 Kambakkht Ishq, continua a regnare nel cuore dei suoi fans anche grazie a interpretazioni quali Halkath jawan, da Heroine, 2012, e fino all'ultima sua performance di quest'anno, Fevicol Se, da Dabangg 2, un Item Number da 12 milioni di visite.

Katrina Kaif
Popolarmente conosciuta anche come Sheela Ki Jawani, dall'omonimo brano tratto dal film del 2010 Tees Maar Khan, la Barbie di Bollywood è attualmente una delle più apprezzate ballerine del panorama cinematografico Hindi, considerata interprete nata di Item Numbers: dopo la sua esuberante performance in Chikni Chameli, nel film Agneepath del 2011, il suo già più che imponente esercito di fans non ha fatto altro che crescere.

Priyanka Chopra
Sebbene il suo ultimo film Ram Leela non sia ancora uscito (nelle sale il 15 Novembre) i brani tratti dallo stesso sono già in testa alle classifiche da settimane e particolarmente Ram Chahe Leela; entrata quest'anno nell'arena degli Item Number col brano Babli Badmash Hai, dal film Shootout at Wadala, Priyanka è una delle rare star bollywoodiane ad aver deciso di tentare anche il salto verso il mondo della musica pop con l'album Exotic. L'omonimo singolo, che vede la partecipazione del rapper Pitbull, pur piuttosto criticato in patria è stato scelto quest'estate come sigla ufficiale della Guinness International Champions Cup di calcio.

Malaika Arora Khan
Il suo famosissimo video ferroviario a fianco di SRK, Chayya Chayya, dal film Dil Se, del 1998, fece storia, ma sono diversi gli Item Numbers da lei interpretati che hanno quasi superato in fama e successo i film da cui sono stati tratti, come accaduto per Munni Badnam Huyi, dal film Dabangg, del 2010, o Anarkali Disco Chal, da Housefull 2, del 2012, già divenuti ormai quasi dei classici per conto loro.

Chitrangada Singh

Modella e attrice anche apprezzabile, molti sostengono che assomigli alla bella star del passato Smitha Patel, ma per farsi conoscere dal grande pubblico è bastato l'Item Number del film Joker del 2012, Kafirana, il cui sublime ritornello in origine recitava, con chiara assonanza, "I Wanna Fakht You" ottenendo un enorme e immediato successo: a causa delle polemiche che scatenò, venne però poi rimosso da ogni piattaforma video e sostituito con un più discreto I Want Just You.

Gauhar Khan

Ha debuttato col brano Nasha Nasha nel film Aan-Men at Work, del 2004, e fu poi apprezzata per la notevole performance in Parda, dal film Once upon a time in Mumbaai, del 2010. Ma la sua popolarità è cresciuta a vista d'occhio da quando l'anno scorso, con Jhalla Wallah, dal film Ishaqzaade, si è esibita in un genere più tradizionale e abbordabile per il grande pubblico indiano. 

Claudia Ciesla

Celebre modella polacco-tedesca, CClaudia é approdata al mondo cinematografico indiano quest'anno con l'Item Number Balma, da Khiladi 786, dopo aver partecipato al Big Boss indiano del 2009, in quello che poteva sembrare un exploit senza futuro: e invece è diventata nel frattempo una beniamina delle televisioni indiane.

Rakhi Sawant

La sua esibizione in Krazzy 4 fece effetivamente impazzire il pubblico, che volentieri tornò a ululare anche di fronte a quella di Lattoo. Lei, che aveva debuttato ancheggiando col capo velato, nel frattempo ha finito per svelare più o meno tutto il resto della sua figura ai suoi ammiratori.

Lara Dutta

Miss Universo 2000, Lara è entrata con grande successo anche nel mondo degli Item Numbers col brano Aisa jadoo Daala Re, dal film Khakhee, tenendo poi gli spettatori incollati alla poltrona anche con Zaraa Dil Ko Thaam Lo, da Don 2: i suoi fans, permanentemente ipnotizzati nel tempo dalla sua grazia e bellezza, non accennano a diminuire.

 

 

 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!