Penguin India e la censura induista PDF Stampa E-mail
L'attualità - Interni e cronaca
Sabato 15 Febbraio 2014 13:31

Ritirato Hindus, di Wendy Doniger. La casa editrice Penguin India cede alle pressioni dei fondamentalisti induisti. Poche le prese di posizione a favore della storica. Tra queste, quella di Arundhati Roy.

di Matteo Miavaldi

La casa editrice Penguin India, tra le più antiche e rinomate nel paese, la scorsa settimana ha deciso di ritirare dagli scaffali ed eliminare tutte le copie invendute di The Hindus: An Alternative History, saggio di Wendy Doniger – un’istituzione negli studi del subcontinente indiano a livello mondiale – pubblicato nel 2009. Il saggio di Doniger, docente di indologia presso la Chicago University, si concentra su un’analisi storica e storiografica dell’induismo, con l’obiettivo di intercettare un pubblico non specializzato interessato alla genesi e lo sviluppo della millenaria religione indiana.

Accolto con entusiasmo dalla critica internazionale e dai lettori di mezzo mondo, il libro ha scatenato l’ira dei gruppi aderenti all’ideologia dell’Hindutva, nazionalismo a trazione religiosa spina dorsale della «destra» indiana del Bharatiya Janata Party (Bjp).

Uno di questi – il Shiksha Bachao Andolan – nel 2011 denunciò Penguin India in sede civile e penale, sostenendo che The Hindus comprendesse alcune travisazioni storiche, si poggiasse su una ricerca storiografica approssimativa e contenesse passaggi «eretici», in particolare circa i risvolti erotici attribuiti all’induismo.

 

Continua su IlManifesto

 

Aprile 2015:

In uscita per Adelphi il saggio di Wendy Doniger in Italiano:

Wendy Doniger
Gli Indù
Ed. Adelphi, 16.4.2015
Pgg. 872
Prezzo: € 65,00

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!