Il Gange PDF Stampa E-mail
Il Territorio - Geografia e climi

Il fiume Gange rappresenta uno dei siboli più importanti della tradizione religiosa indù.

Il Gange, abluzioni

Nasce col nome di Bhagirathi, dal ghiacciaio Gangotri, nella regione himalayana dello stato dell' Uttaranchal; dopo circa 700 Km. si unisce presso Deoprayag col fiume Alaknanda e da questa confluenza nasce il Gange vero e proprio, che scorre attraverso le pianure settentrionali indiane fino a sfociare nel Golfo del Bengala, dividendosi in varie ramificazioni, tra le quali lo Hoogli a Calcutta e il Padma sono le principali.

La zona del delta è conosciuta come Sunderbans, una regione paludosa ricca di foreste di mangrovie e regno della Tigre del Bengala. Nel Gange vivono il delfino di fiume, Platanista Gangetica, il piccolo delfino Irrawaddy, Orcaella Brevirostrus, e una rara specie di squalo d'acqua dolce, Glyphis Gangeticus, oltre a coccodrilli di notevoli dimensioni. Ma se volete sapere tutto sulla fauna e sulla vita del delta, non perdetevi l'ottimo romanzo di Amitav Ghosh, Il paese delle maree. Il fiume scorre per circa 2.700 Km, attraversando una delle zone più popolose della terra ed alcune delle più sacre città indù.

Glyphus Gangeticus

Trasporta con le sue acque sentimenti, passioni e spiritualità della popolazione che affida ad esso i corpi dei propri defunti e che usa compiere riti di purificazione sulle sue sponde. Si crede che un bagno nelle acque del Gange cancellerà i peccati del fedele, e che le ceneri del defunto ivi deposte ne garantiranno una buona rinascita o abbrevierà il ciclo delle stesse. Il pellegrinaggio sulle rive del Gange, ma anche la sua intera circumambulazione, è un desiderio di ogni pio indù.

E qualcosa di sacro deve certamente avere, se i fedeli non cadono fulminati dopo aver sorseggiato le sue acque, nelle quali si riversano gli scarichi delle concerie, delle industrie, le acque luride quasi mai trattate delle città, cadaveri semicremati ( il costo del legname necessario a una completa cremazione è proibitivo per le classi povere) e carogne di animali vari.

Ganga Devi

Sgorgata dal cielo, dai piedi di Vishnu, Ma Ganga, madre Gange, è una Dea fanciulla assisa su un coccodrillo, con quattro braccia e che stringe nelle mani fiori e un vaso colmo d'acqua. Precipitò tra le chiome di Shiva e apparve sulla terra, resa ancora più sacra dal contatto avuto con gli Dei. Sparse la potenza di Vishnu sulla terra, dando forma liquida alla sacra presenza di Shiva e Vishnu. Il Gange terreno è solo una parte di un fiume cosmico che fluisce dal cielo e discende su questo così come su altri mondi e universi.

 Dalla BBC, un magnifico documentario sul fiume.

 

 

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!