Una notte al Call center PDF Stampa E-mail

Accade tutto in una notte, in India. Almeno 300.000 indiani (tra i quali cinque cugini e due cognate dell’autore) lavorano di notte nei call center, al servizio di grandi aziende americane ed europee.

 

 

Una notte qualunque, una notte come questa. In un quartiere cementificato ai sobborghi di Delhi sei impiegati di un call center rispondono alle chiamate di clienti americani. Gli affari della compagnia vanno male, e lo spettro dei licenziamenti si aggira per i corridoi della Connexions. Shyam vede la promozione a team-leader sfumare come un miraggio per colpa di un capo ambiguo e incapace. Priyanka, la sua ex fidanzata, annuncia che sta per sposarsi, e lui scopre di amarla ancora.
Persino la fotocopiatrice ha cercato di strangolarlo. Esha vuole fare la modella, ma si scontra con persone false che le rubano la dignità e le illusioni. Radhika viene a sapere che suo marito la tradisce mentre lei sgobba tutta la notte e si riempie di pillole. Vroom voleva cambiare il mondo e invece passa il tempo a farsi insultare al telefono per 1500 rupie al mese. Il Veterano, con la sua cocciutaggine, rischia di perdere per sempre le persone a cui tiene di più. Ma non finirà così.
All’improvviso, in una notte come questa, puoi trovarti in bilico tra la vita e la morte e capire che l’amicizia, l’allegria e il coraggio sono ciò che conta veramente. In una notte normale come questa puoi decidere di reagire. Perché, in una notte che sta per finire come questa, nulla è impossibile.
Nel romanzo rivelazione di Chetan Bhagat si sente il gusto agrodolce di un paese lanciato a vele spiegate verso lo sviluppo: paure e speranze vanno a braccetto su un sentiero di contraddizioni. Un libro che ha conquistato milioni di giovani indiani, perché racconta con spirito e leggerezza, senza retorica, la storia di una riscossa individuale e collettiva.

 

Chetan Bhagat

Una Notte al Call center

Ed.Rizzoli, 2007

Pgg.307

Euro:17,00

 
Guida India feed

Cerca su GuidaIndia

Mappa interattiva

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!